Incroci fortuiti del dove e del quando (13)

Sul far della sera accese il televisore. Poliziotti in assetto antisommossa stavano picchiando con i manganelli operai che protestavano per il rischio di perdere il posto di lavoro. Sangue colava dalle teste, dai visi, sui vestiti di alcuni. Cambiò ripetutamente canale e guardò altri telegiornali, cercando quelli dove scorrevano le stesse immagini. Guardò ancora diverse volte quella scena, ma dopo avere tolto l’audio.

 

 

 

Incroci fortuiti del dove e del quando (8)

Capitava raramente che qualche cliente chiedesse di usare la toilette in quel grande magazzino. Così al banco delle informazioni rimasero per un attimo interdetti quando si presentò lì in cerca proprio del bagno. Ma glielo indicarono, alla fine di un piccolo dedalo di corridoi nella parte posteriore del locale. Vi si diresse di filato: aveva un po’ di fretta, anche se non tanta, di andare al gabinetto. Trovò il posto con un po’ di fatica e ci arrivò nello stesso momento in cui qualcuno spariva dentro l’unico box chiudendosi la porta alle spalle. Superato l’attimo di stizza, si dispose ad aspettare con calma il suo turno, Il bisogno però si fece via via più impellente. Allora si avvicinò alla porta e con il tono più discreto che poté chiese alla persona che stava dentro: senta, scusi, deve fare molto… Un attimo di silenzio che sembrò lunghissimo, poi una voce rispose: no, solo il tempo di masturbarmi, senta…

 

 

 

foto presa dal web, modificata ed elaborata

foto presa dal web, modificata ed elaborata

foto presa dal web

foto presa dal web

Daniel Lobo, "Man seen from back using urinal, Washington, D.C.", da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Peeing_.jpg?uselang=it

Daniel Lobo, “Man seen from back using urinal, Washington, D.C.”, da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Peeing_.jpg?uselang=it

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

Incroci fortuiti del dove e del quando (7)

Era stata una piccola e quasi impercettibile macchia sul vestito, all’altezza del pube, ad attirare la sua attenzione su quella persona. Poi qualcuno li aveva presentati e istintivamente aveva tenuto a lungo la sua mano stretta nella propria. Ritiratala, poi, aveva notato che faceva un odore diverso dal solito: sembrava un tenue afrore di carne selvatica misto a un delicato aroma di fiori montani. E se l’era annusata a lungo: aveva trovato stupendo quel profumo, particolare, così come la minuscola macchia sull’abito. Rivide la persona qualche tempo dopo e pure allora qualcuno li presentò. Strinse nuovamente quella mano, pronunciando alcune frasi di saluto, e anche stavolta prolungò il contatto per diversi secondi. Quindi se ne andò in disparte, avvicinò il palmo al volto e si lasciò inebriare dall’odore che l’aveva intriso.

 

 

 

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

foto presa dal web

foto presa dal web

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

foto presa dal web

foto presa dal web

Man Ray (1930 ca.), da http://grigiabot.tumblr.com/

Man Ray (1930 ca.), da http://grigiabot.tumblr.com/

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

Foto di Regina Orioli, http://manidivelluto.tumblr.com/

Elaborazione di una foto mia

Elaborazione di una foto mia

Incroci fortuiti del dove e del quando (6)

Scese dall’astronave e si ritrovò in un mondo pressoché uguale al suo: atmosfera respirabile, un sole soltanto, nuvole nel cielo, acqua, vegetazione, animali di varie specie e misure che camminavano, saltavano, nuotavano, volavano, costruzioni in lontananza, strade, mezzi che le percorrevano o che vi volteggiavano sopra o che solcavano fiumi, laghi, mari. Il vascello stellare era atterrato su uno spazioporto munito di attrezzature moderne e di numerosi comfort. Sì, tutto uguale, solo un po’ più sviluppato, notò, tanto che per un attimo si chiese se non avesse sbagliato del tutto rotta tornando sul suo stesso pianeta a diversi anni dalla partenza. Ma dovette ricredersi quando vide avvicinarsi i primi abitanti del pianeta, che evidentemente volevano dargli il benvenuto, pensò. Anch’essi in tutto e per tutto simili agli umani. La differenza era che circolavano nudi e non avevano sesso.

 

 

 

Pagina del libro "Nudi", di Paul Outerbridge, edizione italiana 24 Ore Cultura, 1996

Pagina del libro “Nudi”, di Paul Outerbridge, edizione italiana 24 Ore Cultura, 1996

TK. Kim, da "Sombre eros", http://tkkimblog.wordpress.com/

TK. Kim, da “Sombre eros”, http://tkkimblog.wordpress.com/

Carl Larsson, "Model  writing postcards", 1906

Carl Larsson, “Model writing postcards”, 1906

Carl Larsson, "Friluftsateljé", from the series "Ett Hem", watercolour, 1899

Carl Larsson, “Friluftsateljé”, from the series “Ett Hem”, watercolour, 1899

Mikael Häggström, "Posterior view of human female and male without labels", da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Posterior_view_of_human_female_and_male,_without_labels.png

Mikael Häggström, “Posterior view of human female and male without labels”, da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Posterior_view_of_human_female_and_male,_without_labels.png

Albrecht Dürer, "Adamo ed Eva"

Albrecht Dürer, “Adamo ed Eva”

foto presa dal web. modificata ed elaborata

foto presa dal web. modificata ed elaborata

Incroci fortuiti del dove e del quando (5)

Stava leggendo uno dei suoi amati romanzi di fantasia. La sua attenzione era così intensa che non si accorse del suono del telefono, benché lo avesse accanto. Solo dopo numerosi squilli vi fece mente locale, posò il volume con un piccolo moto di impazienza e prese il ricevitore. Una voce conosciuta dall’altra parte della cornetta esaurì in fretta i saluti e senza attendere replica all’abituale “come stai” cominciò a criticare la sua scarsa propensione alla vita sociale e ai doveri conseguenti, quindi chiese qualcosa con insistenza. Rispose a voce alta alla domanda di uno dei personaggi del libro.

 

 

 

Jack David Hubbell, "Reading", da http://www.ironixt.com/reading-dscf7128-2/#prettyPhoto

Jack David Hubbell, “Reading”, da http://www.ironixt.com/reading-dscf7128-2/#prettyPhoto

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto mia

foto mia

TK. KIM, La Pluie, da http://tkkimblog.wordpress.com/

TK. KIM, “La pluie”, da http://tkkimblog.wordpress.com/

Henri Cartier Bresson, "Reading", da https://grecobello8id.wordpress.com/

Henri Cartier Bresson, “Reading”, da https://grecobello8id.wordpress.com/

Foto di Irina Ionesco, da https://grecobello8id.wordpress.com/

Foto di Irina Ionesco, da https://grecobello8id.wordpress.com/