Incroci fortuiti del dove e del quando (16)

Passava da una pagina all’altra, da un richiamo all’altro, guardò foto, quadri, disegni, illustrazioni, lesse poesie, testi narrativi, saggistici, voci enciclopediche, provò anche giochi, cliccava su link e in un istante al suo sguardo si aprivano mondi ogni volta diversi, più vasti di quel che immaginava. Si imbatté pure in opere e argomenti che conosceva già, che aveva letto in tanti libri e pubblicazioni, ma che adesso trovava aggiornati, riveduti, adattati ai tempi. Forse era per il mezzo diverso, si disse, e in ogni caso li guardava, li assorbiva con occhi e idee e sensibilità differenti, lo avvertiva con chiarezza. Rimase per ore a leggere, osservare, analizzare. E pensò che sarebbe stato bello potere raccontare a qualcuno di questa sua scoperta. A un tratto scoprì che senza rendersene conto aveva cominciato a parlare con il computer.

 

 

 

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

schermata di Wikipedia in inglese presa dal web

schermata di Wikipedia in inglese presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

foto presa dal web

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...