I sessi, il sesso, il disprezzo

Disprezzo le donne, disse, tutte, nessuna esclusa. Glielo confidò in una pausa dell’incontro al quale stavano partecipando. Uno dei pochissimi che aveva deciso di seguire: succedeva ormai a intervalli di diversi anni. Lei aveva espresso un parere controcorrente, magari un po’ provocatorio, incorrendo nel biasimo della maggior parte degli intervenuti, e d’istinto l’aveva appoggiata, trovando la sua tesi peraltro interessante, anche a mente più fredda. Aveva appena finito di esporle le argomentazioni a favore del suo punto di vista, quando lei pronunciò quella frase. Oltretutto era composta proprio di donne, quel giorno, la maggior parte della platea. Le disprezzo perché pensano di liberarsi della loro subalternità facendo gara sugli uomini, aggiunse: prima cercavano solo amanti, fidanzati, mariti per vendersi a loro, adesso credono che tutto ciò che fanno le donne è più bello, più razionale, pacifico, anche più onesto. Vedi in politica… fece con una smorfia. Si illudono che le donne fanno meglio le stesse cose degli uomini, pensi. Ma così non fanno che tentare di attirare ugualmente attenzione, ammirazione: una forma più moderna di subalternità. O, sottolineò poco dopo, un modo innovativo di fare le troie. Sorrise. Ricambiò il sorriso con una punta di imbarazzo, non sapeva se e che cosa rispondere. Non capiscono che a questo mondo, ma in realtà da sempre, riprese lei, ognuno invece dovrebbe tendere a fare, a realizzare, a essere ciò che desidera, ognuno, di qualunque genere, sesso, età e quant’altro, non dedicarsi a quello che gli altri si aspettano, capisce? Annuì. Poi parlarono di molte altre cose. Ma a un certo punto lei ritornò sull’argomento: con le donne mi piace solo fare sesso, nient’altro, fece mentre mentre si alzava dalla poltrona. Quindi disse di essere contenta che avessero fatto conoscenza, che la loro era stata una piacevole conversazione, di quelle che capitano solo poche volte nella vita, e si riavviò verso il salone del convegno. La guardò allontanarsi da sola, confusa tra la folla dei presenti.

 

 

 

Pois-chiches (Cecilia Verilli), "Goodnight tales", da http://pois-chiches.tumblr.com/

Pois-chiches (Cecilia Verilli), “Goodnight tales”, da http://pois-chiches.tumblr.com/

Sara Green, "Woman. T-shirt 2", da http://saragreen75.tumblr.com/

Sara Green, “Woman. T-shirt 2”, da http://saragreen75.tumblr.com/

Sara Green, "Woman. Timeless", da http://saragreen75.tumblr.com/

Sara Green, “Woman. Timeless”, da http://saragreen75.tumblr.com/

Foto presa dal web

Foto presa dal web

April-Lea Hutchinson, da http://soamused.tumblr.com/

April-Lea Hutchinson, da http://soamused.tumblr.com/

Georgesmiley, "With Ruby Slipper, at home", da http://georgesmiley.tumblr.com/

Georgesmiley, “With Ruby Slipper, at home”, da http://georgesmiley.tumblr.com/

Sara Green, "Woman. Dazed and confused", da http://saragreen75.tumblr.com/

Sara Green, “Woman. Dazed and confused”, da http://saragreen75.tumblr.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...